Ristrutturazione e progettazione, come possiamo aiutarti
16 Luglio 2019
Tipologie di sanitari per il bagno, fai la scelta giusta
31 Luglio 2019

Incentivi Fiscali per il Risparmio Energetico

Tutelare il Pianeta è una responsabilità di tutti noi. Ecco perché ricordare gli incentivi fiscali per il risparmio energetico in vigore nel 2019 ci sembra utile.

Non è solo per spendere meno. E’ per compiere una scelta oculata, etica, di rispetto del Pianeta che ci ospita e delle future generazioni. E, certo, anche per avere una casa maggiormente efficiente che ci garantisca ottime performance senza dilapidare il conto corrente.
Conoscere gli incentivi fiscali per il risparmio energetico tutt’ora in vigore ci permette di perseguire tutti questi importanti obiettivi.

Prima di illustrarti la situazione attuale, sappi che se vuoi una consulenza più specifica in tema di:

  • Risparmio energetico
  • Incentivi fiscali disponibili
  • Conto termico degli immobili

puoi prendere un appuntamento – telefonico o scrivendo a info@gruppocantarini.it –  direttamente nel nostro showroom con l’Ingegnere Simone Leonzi, che troverai il mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 18.00.

Risparmio energetico, risparmio economico

La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto delle importanti novità e spostato più in avanti i termini per fruire di alcuni incentivi fiscali per il risparmio energetico.

Avrai sicuramente sentito parlare dell’Ecobonus, ma forse non sai che il recente “decreto crescita” ha introdotto un’alternativa che può essere molto interessante: chi esegue lavori di efficientamento energetico può ottenere direttamente dal fornitore uno sconto pari all’importo della detrazione che gli spetterebbe se seguisse il normale iter.

C’è da dire però che il fornitore non è obbligato ad applicare lo sconto, in quanto si tratta di un accordo contemplato dalla legge, ma non insindacabile.

Ecco le novità:

  1. sono stati prorogati gli incentivi fiscali per il risparmio energetico fino al 31 dicembre 2019
  2. fino al 31 dicembre 2019 valgono anche bonus ristrutturazioni, mobili, elettrodomestici, sismabonus
  3. è stato introdotto il bonus verde, cioè una detrazione fino al 36% per sistemazioni di giardini, terrazzi e balconi
  4. hanno inserito, per i condomini, un bonus unico che arriva all’ 85% se si eseguono contemporaneamente lavori che rientrano nell’Ecobonus e nel Sismabonus
  5. si è protratto fino al dicembre 2021 la detrazione per i condomini del 75% per le spese di efficientamento energetico

Vademecum

Non siamo degli avvocati: possiamo sicuramente guidarti passo passo se si tratta di arredamento d’interno, ristrutturazione, arredo bagno, scelta di pavimenti o piastrelle. Per avere informazioni precisissime quindi, rivolgiti ad un professionista.

Intanto però per darti un quadro completo, devi anche sapere come fare per godere effettivamente degli incentivi fiscali per il risparmio energetico.

Ci sono due documenti che devi presentare al momento della dichiarazione dei redditi:

  • dichiarazione da parte di un tecnico abilitato o del direttore dei lavori
  • certificazione energetica dell’immobile fornita dalla Regione o dall’Ente locale o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista del settore

Entro 90 giorni dalla conclusione dei lavori di riqualificazione energetica dovrai poi trasmettere all’ENEA la scheda informativa degli interventi effettuati ed anche copia dell’attestato di qualificazione energetica.
Lo so: non è così facile.

Ecco perché ti ripeto che puoi contare sull’aiuto dell’Ingegner Leonzi: prendi il tuo appuntamento per il primo mercoledì utile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *