Parquet e grès: quale scegliere?
14 Aprile 2021
Arredare con le tende. Con Cantarini si può!
12 Maggio 2021

Parquet in bagno: pro e contro

Parquet in bagno

Nell’articolo precedente vi abbiamo parlato delle differenze tra grès e parquet e di alcune loro caratteristiche tecniche. Oggi affronteremo nuovamente il tema “parquet”, ma collocandolo nella zona bagno. Scopriamo insieme allora cosa comporta posare il parquet in bagno.

Dedicato agli amanti del parquet

Il parquet è un materiale che dona agli ambienti calore, estetica e linearità. A seconda delle sue caratteristiche può regalare uno stile elegante o rustico agli ambienti, trasmettendo comunque naturalezza e semplicità. Di certo pensare di posarlo in cucina o, nel nostro caso, nella zona dedicata al benessere potrebbe sembrare azzardato, ma in realtà oggi vi sveleremo che possiamo stare tranquilli anche scegliendo di installare il parquet in bagno.

Vantaggi

  • Dona armonia, eleganza e calore in un ambiente dedicato al relax e al benessere della persona.
  • Semplicità. Intesa nell’accezione che lega il materiale alla natura, il parquet è un prodotto naturale, vivo.
  • Facilità di abbinamento. È accostabile a qualsiasi arredamento e può essere combinato con molte essenze creando giochi di stile e di colore.
  • Comfort. Passeggiare a piedi nudi sul parquet dona un senso di relax, calore e protezione.
  • Praticità. Semplice da pulire e manutenere.
  • Assenza di fughe. Contrariamente alle piastrelle, il parquet regala omogeneità all’ambiente ed evita l’accumularsi di sporco tra i listelli.
  • Duratura. Il legno è un materiale morbido, ma non fragile e quindi destinato a durare nel tempo se giustamente mantenuto.
  • Qualora si pensasse di vendere la casa, il parquet in bagno è un motivo di pregio che può incrementare il valore dell’abitazione.

Svantaggi 

  • Posare il parquet richiede un costo più elevato se comparato con la posa di mattonelle classiche.
  • Si consiglia di effettuare manutenzioni periodiche che consentano una pulizia profonda del materiale, evitando il fai da te.
  • Può essere facilmente scalfito da tacchi a spillo, graffi di animali domestici, piccoli oggetti appuntiti.
  • Umidità. Il legno è un materiale naturale e assorbe l’acqua, per tale ragione sarà fondamentale tenere il pavimento sempre asciutto e la stanza sempre ben arieggiata (soprattutto dopo una doccia).

Quale parquet scegliere

Per effettuare una scelta corretta e ponderata, potete rivolgervi ad un esperto del settore che saprà di certo guidarvi al meglio verso il materiale più appropriato. Noi di Gruppo Cantarini, siamo a vostra completa disposizione e, mentre vi aspettiamo per un appuntamento, vi diamo delle piccole indicazioni.

Il principale problema del parquet in bagno è la possibilità di penetrazione dell’acqua. Per evitare di incorrere in questa problematica si consiglia:

  • il rovere perché resiste bene anche in ambienti particolarmente umidi
  • il teak, che solitamente viene impiegato per allestimenti esterni e in ambienti nautici
  • il parquet verniciato che resiste all’umidità e all’acqua
  • un assemblaggio che sigilla al massimo i listelli

Scegliamo insieme il parquet per il tuo bagno!

Contattaci e fai un salto nella nostra sala mostre! Potrai scoprire un mondo fatto di essenze, intarsi, venature e colori e scegliere il tipo di parquet più giusto per la tua zona relax!

Ti aspettiamo a Pineto, presso la zona industriale.

info@gruppocantarini.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *