Tappeti per la propria casa: come sceglierli e qualche consiglio per farli durare a lungo

Dovete scegliere una nuova caldaia? Ecco cosa analizzare e qualche consigli
29 Settembre 2020
Rubinetti e miscelatori a risparmio idrico ed energetico: aiutano a risparmiare e fanno bene all’ambiente
19 Ottobre 2020

Tappeti per la propria casa: come sceglierli e qualche consiglio per farli durare a lungo

Arredare una casa è sempre un’operazione complessa quanto affascinante: chi non ha in mente la casa dei propri sogni o il desiderio di avere un ambiente che soddisfi i gusti personali e piacevole da vivere ogni giorno?

Nella composizione del proprio arredamento, secondo il Gruppo cantarini, i tappeti devono avere un ruolo importante: hanno la straordinaria capacità di dare carattere a una stanza, sanno valorizzare spazi della nostra casa e in alcuni casi hanno il compito di proteggerci dal freddo o di raccogliere eventuali impurità.

Non per altro i tappeti hanno origine antichissima e molti studiosi sono concordi sul fatto che la loro produzione, addirittura come bene di lusso, sia nata anche prima dell’Impero Assiro (il tappeto più antico al mondo è stato ritrovato nel 1947 presso alcuni scavi in Siberia e si pensa che sia stato prodotto in Armenia o in Persia nel 400 a.C. ).

Come scegliere il tappeto giusto?

Per scegliere un tappeto bisogna valutare 3 parametri fondamentali: l’ambiente in cui sarà inserito, la funzione e il materiale.

Per quanto riguarda il primo aspetto un tappeto può letteralmente trasformare la percezione e la sensazione che si prova quando si entra in una stanza.

Colori, forma, fantasia del disegno sono determinanti. Le soluzioni sono infinite e potrete dare sfogo alla vostra fantasia. Qualche esempio? Ecco cosa consiglia il nostro staff:

a) Potete creare un contrasto tra il colore del tappeto e quello dei mobili o delle mura;
b) Potete dare maggiore sensazione di luminosità a una stanza scegliendo un tappeto dai colori chiari;
c) Potete coordinare lo stile dei mobili con quello dei tappeti e perseguire l’obiettivo di creare uno stile unico: se volete dare un tocco etnico si può optare per un tappeto con motivi legati alla natura o al mondo animale e mobili in rattan o legno di mogano scuro e poco lavorato. Se invece amate uno stile minimal e moderno optate per mobili dalle linee nette con tappeti monocolore;
d) Se invece non avete ben chiare le idee su come valorizzare una stanza, provate con un tappeto! La fantasia delle figure aiuterà con pochissimo sforzo a “dare carattere” ad una stanza con arredamento e colori un pò troppo standard.

Passando alla funzione del tappeto, essa diventa fondamentale in fase di acquisto. Un tappeto che sarà posto in una camera da letto dovrà avere caratteristiche ben diverse rispetto a uno che sarà invece posizionato nel nostro bagno o davanti ai fornelli di una cucina.
Non dimentichiamoci che calpesteremo questo oggetto diverse volte o lo sottoporremo ad azione di acqua, olio o altre sostanze.
Un tappeto può semplicemente arredare come invece avere una funzione più “protettiva”. Può presentarsi anche il caso in cui si presentino entrambe le necessità: è il caso di tappeti posti in sala da pranzo o cucina sotto tavolo e sedie.
Il nostro consiglio è quello di scegliere un prodotto con dimensioni abbastanza ampie e che sia di qualità vista l’usura importante a cui andrà in contro.

Strettamente collegata alla funzionalità c’è il materiale con cui può essere fatto un tappeto. In commercio esistono svariate soluzioni: fibre sintetiche, naturali, in lana, fatti a mano ecc…

Di solito consigliamo tappeti in lana o dai colori caldi in ambienti come camere da letto e letti, mentre consigliamo tappeti in fibre sintetiche (vedi Acrilico e polipropilene) in luoghi in cui il nostro tappeto avrà maggiore possibilità di essere sporcato (ingresso o cucina).

Come far durare a lungo un tappeto

Per far durare a lungo un tappeto c’è un consiglio scontato quanto importante: scegliere ditte specializzate che riescono a offrire prodotti di qualità. Ed è per questo che nel nostro catalogo troverete solo aziende specializzate nel produrre tappeti capaci di durare nel tempo.

Il secondo consiglio è quello di effettuare lavaggi programmati (magari ogni 4 mesi) rivolgendosi a lavanderie o ditte specializzate: ciò permetterà al tappeto di mantenere vivi i propri colori.

Terzo suggerimento: non utilizzate “i metodi miracolosi” trovati sul web in caso di macchie o aloni.
Rivolgetevi sempre alle aziende produttrici o ai nostri addetti: saremo felici di aiutarvi!

Se siete in cerca di tappeti per la vostra casa vi aspettiamo nel nostro showroom con un’ampia scelta di materiali e ditte di assoluta qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *